domenica 23 ottobre 2016

Laboratorio Scalo incontra il Sindaco per parlare di viabilità






Proposte viabilità Quartiere Scalo


Lunedì 10 ottobre si è tenuta la riunione con cui il Comitato Civico "Laboratorio Scalo", si accinge ad aprire la stagione 2016-2017. L'incontro è stato occasione di bilancio fra gli obiettivi che negli anni il Comitato si è posto, i risultati raggiunti e soprattutto gli impegni su cui intende concentrare l'attenzione nell'immediato futuro.
Sin dalla sua fondazione, il Comitato ha come obiettivo principale quello di mettere a fuoco le problematiche ma anche le potenzialità del quartiere Scalo da sottoporre all'attenzione dell'Amministrazione, con l'auspicio di migliorarne la fruibilità e la vivibilità per i residenti, per i pendolari ma anche per chi lo frequentino anche solo occasionalmente. In questi anni sono numerosi gli interventi che il comitato è orgoglioso di aver contribuito a realizzare, ma tanti sono quelli di cui si avverte ancora assoluta necessità.
La debolezza del tessuto economico, sociale e culturale resta motivo di attenzione e preoccupazione, ma i problemi di manutenzione ordinaria, l'inquinamento e il traffico che già dalle prime ore della giornata arreca grandi difficoltà, restano oggi priorità impellenti da affrontare in modo deciso ed efficace. Sono ormai anni che Laboratorio Scalo richiama l’attenzione sul congestionamento del traffico in via Puccini, in concomitanza degli orari di ingresso e uscita della scuola media L. Pietrobono, chiedendo di allargare la sede stradale in corrispondenza dei terreni attigui la scuola così da consentire la fermata in sicurezza alle auto private che accompagnano gli studenti. Auto che oggi sono costrette a fermarsi in mezzo alla strada, in mancanza di spazi adeguati, causando il rallentamento e talora il blocco del traffico. Inoltre è necessario ampliare il parcheggio a servizio della stessa scuola che oggi risulta insufficiente a contenere anche solo le auto degli insegnanti e perfino a consentire le manovre degli scuolabus.
Altro punto nevralgico per il traffico continua ad essere il tratto di via Mascagni in prossimità dell'ufficio postale e l'ultimo tratto di via don Minzoni, dove l’auspicabile presenza di vigili potrebbe ovviare a parcheggi sconsiderati che rendono spesso problematica la normale circolazione. Infine, in virtù dei recenti lavori, al fine di consentire di raggiungere la stazione in modo più diretto, si suggerisce di riconsiderare l'attuale senso di marcia di via Claudio Monteverdi, valutando l'opportunità d’invertirlo a cominciare da via Valle Fioretta (via Marittima).

Il Comitato che si riunisce quasi settimanalmente, prevede d’incontrare gli esponenti dell’Amministrazione Comunale competenti per settori per confrontarsi sui diversi problemi del quartiere, invitando sin d’ora il Sindaco ad un incontro pubblico e sollecitando chiunque abbia volontà di collaborare, nell'interesse del quartiere e la città tutta, ad intervenire.





Un successo la VI edizione della COCOMERATA ai giardinetti dello Scalo








mercoledì 20 luglio 2016

VI edizione "COCOMERATA"

Una fetta di cocomero allunga la vita. O anche…. una fetta di cocomero al giorno toglie il medico di torno. Mettetela come volete, ma c’è sempre e comunque una buona ragione per partecipare alla grande cocomerata popolare che il Laboratorio Scalo, L’Impegno e la Fondazione Campagna Amica di Coldiretti organizzano a Frosinone mercoledi 20 luglio, ai giardinetti della Stazione, a partire dalle ore 21.00. “Sarà come sempre e innanzitutto un momento per stare insieme, per fare due chiacchiere al fresco della sera, come una volta, quando alla fine di una giornata di lavoro si scendeva in piazza per fare due chiacchiere, per passare un pò di tempo in compagnia” dice Anselmo Pizzutelli, presidente del comitato civico Laboratorio Scalo. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Frosinone. È previsto anche un intrattenimento musicale, curato dal dj Federico Ciammaruconi. “Mercoledì saremo tutti ai giardinetti per gustare cocomero a chilometro zero coltivato da un giovane imprenditore agricolo di Frosinone, associato a Campagna Amica Coldiretti e per passare una serata in allegria e spensieratezza. Ne mangerò due fette per recuperare quella persa l’anno scorso quando, per motivi di lavoro che mi trattennero lontano da Frosinone, fui costretto a saltare l’appuntamento” aggiunge Aldo Mattia, presidente dell’associazione culturale L’Impegno. Il cocomero sarà distribuito gratuitamente e non sono previsti biglietti a pagamento per condividere la festa. “Ci mancherebbe altro. La serata è gratuita, le spese organizzative – precisa Pizzutelli – sono sostenute interamente dalle due associazioni promotrici. So già che mercoledì sera verranno a trovarci tante famiglie, tanti cittadini. Saranno i benvenuti”. 
L.F.



martedì 24 maggio 2016

Buon Compleanno Fontana Tonica

accadeva il 24 maggio 2015
Il Fiume torna alla città. I cittadini sono tornati al Fiume. È come se ieri mattina (24/05/2015) il Cosa fosse nato per la seconda volta. A Fontana Tonica si sono dati appuntamenti in centinaia. Bambini, famiglie, anziani, curiosi, passanti. Le sponde, imprigionate e nascoste dalla boscaglia e dai rifiuti, sono tornate percorribili. Un lungo camminamento pedonale, incorniciato dai fiori, dai quadri e dalle foto storiche e delimitato da una passerella in legno, ha accolto gli studenti della Pietrobono e del Severi e con loro tanti frusinati sorpresi e felici per la riscoperta di un pezzo di città per decenni abbandonato, dimenticato. Lungo il percorso, gli stand della Caritas, dell’Avis, della Coldiretti e di Campagna Amica. Ad abbellire il lungofiume anche i quadri, i disegni dei bimbi, una passerella in legno per lasciarsi alle spalle la sponda e divertirsi sugli isolotti di sassi e ghiaia dove nel pomeriggio si è suonato, cantato e recitato poesie. La manifestazione inaugurale si è aperta con la piantumazione di un albero all’inizio del camminamento. A turno hanno imbracciato picco e pala Anselmo Pizzutelli e Aldo Mattia, presidenti delle due associazioni promotrici dell’evento, Laboratorio Scalo e L’Impegno, poi il vicesindaco Francesco Trina, il sindaco Nicola Ottaviani e il presidente della Provincia Antonio Pompeo. “Da presidente de L’Impegno, ma soprattutto da direttore regionale Coldiretti, dico che da oggi comincia una nuova stagione per la nostra città. Qui a Fontana Tonica e lungo il fiume, dove sarà possibile, sosterremo – ha detto Aldo Mattia – la nascita di orti urbani per consentire a chi non possiede terra di coltivare ortaggi e verdure per il consumo domestico. A Roma gli orti urbani occupano 85 ettari. A Frosinone dovremo fare altrettanto e di più, vista la grande disponibilità di spazi che abbiamo”. “Da oggi è nato un nuovo modello di fare, di operare, di interagire nel bene e nell’interesse della collettività. Oggi – ha commentato Anselmo Pizzutelli, presidente Laboratorio Scalo – abbiamo inaugurato il percorso pedonale di Fontana Tonica, ma non ci fermiamo qui. Questo per noi è il primo nucleo del futuro Parco urbano del fiume Cosa che dovrà nascere dalla piena attuazione del Contratto di Fiume. Abbiamo ricostruito il legame tra la popolazione e il suo fiume, un fiume sconosciuto alle nuove generazioni e rimpianto, invece, dai più anziani. 


  








COSA c'è un Cosa Meraviglioso - II Edizione